Blog: http://amerigorutigliano.ilcannocchiale.it

Day......after.

Le elezioni regionali sono finalmente archiviate.

Non farò come... "altri" che oggi straparlano, accusando della disfatta del "Piddì" coloriti personaggi ..o scelte politiche poco oculate.

Ha vinto la Lega come giusto che sia e anche il PDL . Del resto perde chi non è capace di esprimere credibili alternanze politiche differenziate come la notte e il giorno, il rosso e il nero.
Ora si crei un "Officina Sociale" ( noi gia lo siamo) per organizzare un progetto di società a misura dei cittadini elettori.
Da anni affermiamo che il centro sinistra deve rinnovarsi, spazzolando l'antica muffa che alberga nei suoi "ammezzati" e che non ha più nulla da dire ne da dare.Aprire le finestre, permettere che entri aria fresca.
Il Piddì è un treno nuovo ma con conducenti immotivati e poco credibili. Quando si copia un vaso di coccio e lo si espone accanto al vaso originalle, magari con la pretesa di farlo pagare allo stesso prezzo, i probabili acquirenti ( che non sono dei fessi), vorranno acquistare come logico il vaso originale piu che una copia.

Insomma in questi ultimi quindici anni di transizione politica che ancora dura, quale sono state le scelte, i progetti condivisi del centro sinistra italiano. Quale la loro stella guida, quale la partenza, quale il traguardo.
Non si è voluto in sessant'anni di politica italiana dare un volto a questa sinistra ...non comunistama, neanche social democratica. Una sinistraquindi immobile e incapace di crescere.

Non analizzeremo il risultato di queste elezioni regionali ma, possiamo confermare senza tema di smentita che la causa è tutta da addebitarsi allo stesso Partito democratico, responsabile di mettere al di sopra degli interessi dei cittadini elettori ( che hanno preferito andarsene al mare piuttosto che votare magari turandosi il naso) gli interessi di bottega che specie nel Lazio sono molteplici..insomma far vincere la Polverini faceva comodo a tutti gli attori.

Ora il popolo della sinistra italiana ci prova a mettere sul piedistallo un suo eroe ( ne ha assolutamente bisogno ) che in questo caso non poteva che essere il vincitore della regione Puglia Nichi Vendola. Lui sarà trasformato in un " Gladiatore della sinistra" con tanto di scudo e spadone, pronto a battersi contro " i fasci e le corporazioni". Il popolo sinistroide lo osannerà perchè vedrà in lui il "Salvatore della patria".

A mio giudizio la coalizione del centro sinistra dovrà dimostrare maturità riconoscendo l'avversario piuttosto che combatterlo tramite giudici prezzolati che usano i codici e la giustizia come usano un cappello.

La politica ha i suoi sentieri spesso "imperscrutabili" alla gente comune ma, chiari per gli addetti ai lavori. del resto la politica non è forse l'arte del tutto possibile dell'impossibile ?

L'Italia vive da ormai molto tempo in uno stagno di "Guano" da dove occorre uscire e l'unica possibilità è quella delle riforme strutturali. E' necessario riformare uno "Stato" drammaticamente immobile. Se il centro sinistra si farà promotore del "Progetto riforme" spiegando al paese qual'è la strada che intende intraprendere, il centro sinistra riaquisterà la credibilità che ha perduto.

Noi pur essendo piccoli ( ma combattivi) daremo il nostro contributo come da sempre facciamo nell'interesse del paese.


Amerigo Rutigliano - Officina Sociale

Pubblicato il 30/3/2010 alle 18.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web