Blog: http://amerigorutigliano.ilcannocchiale.it

Accade a Pomigliano.....

Il carico d’ipocrisia dei media e della politica, di fronte a una vicenda che punta - attraverso la Fiat - a ridisegnare le relazioni industriali e la Costituzione materiale del Paese, è enorme. Fiat e altri, governo in testa, vogliono completare l’opera iniziata davanti ai cancelli di Mirafiori nel 1980: fabbriche senza sindacati e lavoratori senza diritti. Il paradigma, che diventerebbe assoluto, è distruggere il contratto nazionale di lavoro e la contrattazione collettiva, fare a pezzi lo Statuto dei lavoratori e smantellare la Costituzione.

Come si comporta in quest'occasione il "Piddì" il più grande partito d'opposizione ? Bhe...avrete letto le attente e stimolanti dichiarazioni dell'ex segretario Walter Veltroni e in fondo di tutto il PD che condannano la presa di posizione della FIOM isolandola.
Mi domando se sia' giusto difendere la sopravvivenza di una realtà industriale tanto importante specie se allocata in una regione del paese che presenta gravi problematiche occupazionali o al contrario combattere non solo per la sua sopravvivenza e quindi per il proprio posto di lavoro ma, anche per i diritti fondamentali dei lavoratori peraltro previsti dalla carta costituzionale.

Noi siamo per la seconda ipotesi quindi sosteniamo la FIOM e a tal proposito una domanda sorge spontanea. Dov'è" il popolo viola" . Come mai i spuntad'incanto nelle piazze solo quando c'è da starnazzare contro Berlusconi e il suo governo per poi dileguarsi e non fare assolutamente nulla quando occorredavvero lottare per difendere il primo articolo della costituzione ... probabilmente questo "Popolo viola" è un popolo radiocomandato a distanza.
Dov'è il centro sinistra, il "Piddì" a parte alcune dichiarazioni del tutto scellerate a sostegno di Marchionne e della Confindustria che da decenni sfruttano la forza lavoro e le finanze dello stato.




Officina Sociale

Pubblicato il 19/6/2010 alle 11.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web